Monthly Archives: giugno 2013

galileo

Galileo Innovactor’s Festival

L’evento si è tenuto al Pedrocchi di Padova, Sala Rossini ed è stato il fulcro da cui sono scaturiti importanti spunti per capire dove siamo e che strada dobbiamo prendere per ripartire.

Tra danza, musica, spettacoli, aziende, imprenditori, Centri di Ricerca, tutti con la finalità di rendere protagonista l’innovazione, la manifestazione è iniziata nel tardo pomeriggio di giovedì, con vari interventi e dibattiti, per culminare venerdì con la Maratona della Microinnovazione, in cui si sono alternati un parterre di aziende che dell’innovazione hanno fatto la loro mission.

Per visionare l’intero calendario cliccate il seguente link:

http://galileofestival.nordesteuropa.it/planner/agenda/1/?order=date_end

http://galileofestival.nordesteuropa.it/stories/galileo_festival/16580_1_edizione_20-22_giugno_2013/#.UcKx_z5bqQo

news3

La situazione internazionale attuale sui brevetti: chi sale e chi scende

Lo scenario che si presenta agli occhi degli studiosi è tanto chiaro quanto sorprendente. Con 526.000 richieste all’Ufficio Brevetti nazionale la Cina è leader mondiale, seguita al secondo posto dagli Stati Uniti e poi più indietro da Giappone, Corea e India in forte crescita. Il numero di richieste italiane depositate all’Ufficio Nazionale invece è di 9.721 che fornisce all’Italia il 17° posto, dopo Singapore. D’altro canto questo spaccato riflette la situazione economica globale e i trend economici attuali, che vedono l’Asia come continente in crescita esponenziale. Per quanto riguarda invece la domanda di brevetto PCT, che con una sola richiesta permette la protezione dell’innovazione in 146 Paesi, al primo posto resistono ancora gli Stati Uniti con 50.000 richieste, seguiti da Giappone, Cina e Germania. L’Italia in questo procedimento recupera il 12° posto con 2.695 richieste. E’ da considerare inoltre la spesa in ricerca dei vari Paesi, che definisce ulteriormente il livello di innovazione e il rilievo che ogni Stato attribuisce alla proprietà industriale del suo territorio.

new_york

Per fare un marchio a volte, basta il layout…

Si conosce la possibilità di registrare un logo, un marchio, ma è insolito pensare di registrare anche il layout di un negozio. E’ quello che ha fatto Apple, con il suo format di negozio: arredo costituito da tavoli in legno, lunghi e spaziosi, che fungono da ampie postazioni, in contrasto con la tecnologia e il design delle linee di prodotto dell’azienda. Basta visitare il flagship sulla Quinta Strada a New York per capire quanto questo layout sia inconfondibile e replicato in un contesto internazionale che ha permesso all’azienda di differenziarsi completamente da tutti gli altri negozi di elettronica e non. Sarà stato probabilmente questo a convincere l’Ufficio Statunitense Marchi e Brevetti (USPTO) a registrare con il n° 85036990 il layout del negozio Apple come suo nuovo marchio. Questo è sicuramente un modo per rivendicare l’assoluta originalità e unicità della brand image di Apple nel mondo, che sempre di più è annacquata da competitor che cercano di imitarla, sia nell’offerta commerciale, sia nell’immagine.

news1

Brevetti nanotech: guerra o business?

L’ultima sfida è sulla nanotecnologia e la brevettazione di innovazione tecnologica ha raggiunto nel 2012 i 4.000 brevetti nanotecnologici negli Stati Uniti. Ma l’Italia non arriva neanche a qualche decina di brevetti. Certo è che l’invenzione acquista autorevolezza solo se si trasforma in un prodotto e se conquista i mercati. Ma se l’invenzione non è protetta da brevetti, chiunque potrà essere libero di fare prodotti uguali o analoghi. Così il vantaggio competitivo viene annullato in breve tempo. Gli investimenti sulle nanotecnologie fatti dai governi di tutto il mondo nell’ultimo decennio che ammontano a più di 65 miliardi di dollari, sono ricambiati dagli oltre 250 miliardi che il settore apporta all’economia globale.

rieforum

Premio ai 10 giovani innovatori d’Italia

In collaborazione con rieforum (Ricerca Innovazione ed Imprenditorialità) dell’Università di Padova, MIT Technology Review premia i 10 giovani che si sono distinti in Italia per creatività ed inventiva, contribuendo all’innovazione con il sviluppo di invenzioni brillanti. Dalla nanotecnologia alla chimica, passando per l’ingegneria e la neuroscienza applicata; con interventi di personalità di spicco nel campo dell’innovazione. L’evento si svolgerà il 4 Maggio 2013 ore 9.00 al Palazzo Bo, Università di Padova. La partecipazione è gratuita; per ogni informazione visita il sito di rieforum