news3

La situazione internazionale attuale sui brevetti: chi sale e chi scende

Lo scenario che si presenta agli occhi degli studiosi è tanto chiaro quanto sorprendente. Con 526.000 richieste all’Ufficio Brevetti nazionale la Cina è leader mondiale, seguita al secondo posto dagli Stati Uniti e poi più indietro da Giappone, Corea e India in forte crescita. Il numero di richieste italiane depositate all’Ufficio Nazionale invece è di 9.721 che fornisce all’Italia il 17° posto, dopo Singapore. D’altro canto questo spaccato riflette la situazione economica globale e i trend economici attuali, che vedono l’Asia come continente in crescita esponenziale. Per quanto riguarda invece la domanda di brevetto PCT, che con una sola richiesta permette la protezione dell’innovazione in 146 Paesi, al primo posto resistono ancora gli Stati Uniti con 50.000 richieste, seguiti da Giappone, Cina e Germania. L’Italia in questo procedimento recupera il 12° posto con 2.695 richieste. E’ da considerare inoltre la spesa in ricerca dei vari Paesi, che definisce ulteriormente il livello di innovazione e il rilievo che ogni Stato attribuisce alla proprietà industriale del suo territorio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>